domenica 3 febbraio 2013

Perchè Sanremo è Sanremo

Perchè Sanremo è Sanremo!
Ormai da qualche anno, lo slogan ufficiale varato per la kermesse, sembra esplicare l'unica possibile risposta al dubbio atroce che attanaglia l'italiano medio quando, giunti i primi giorni del mese di febbraio, davanti all'ennesima pubblicità che preannuncia la messa in onda prossima del programma, si trova a chiedersi: "Perchè mai quest'anno dovrei vedere Sanremo?".

Il dubbio volendo è anche lecito. Se andiamo a ritroso negli anni, vediamo come negli ultimi, gli appartenenti alla generazione uscente dai diversi talent show, si siano passati volta per volta il testimone del vincitore. 
Al tempo (2009) il precursore di questo nuovo rapporto talent show-Sanremo fu Marco Carta, vincitore prima di Amici e poi del Festival con la canzone La forza mia; l'anno dopo toccò ad un altro figlioccio di Maria de Filippi, Valerio Scanu, che vinse con Per tutte le volte che.. scritta dal suo "amico" Pierdavide Carone e, dopo il salto di un anno in cui, per quanto la vittoria fosse andata a Roberto Vecchioni con Chiamami ancora amore, il secondo posto fu occupato da Emma che insieme ai Modà cantò Arriverà, la stessa, vincitrice di Amici anch'ella, l'anno scorso vinse con Non è l'inferno
Che fine hanno fatto Giorgia, Irene Grandi, Alex Britti o Elisa? Come giustificare l'assenza sul palco di grandi autori e cantanti della musica?

Probabilmente così come l'assetto televisivo, che è sempre in costante evoluzione ed adattamento rispetto alla società ed al pubblico sempre più composto da giovani, anche la musica e tutto quello che la riguarda subisce gli stessi cambiamenti. Così come non è un caso che la gente elegga a suo re, piccoli ragazzetti che hanno vinto o partecipato a programmi talent in cui erano visibili per buona parte della giornata, forse non è neanche un caso lo snobbismo correlato a questa faccenda, da parte dei veri grandi della musica italiana.
In fondo la stessa Elisa, a dimostrazione di quanto detto, in un'intervista di qualche mese fa ad una stazione radiofonica ha dichiarato che Sanremo non ospita cantanti di un certo livello dal 2001. (Guarda caso, proprio al 2001 è ascrivibile la sua ultima partecipazione con la canzone Luce - Tramonti a nord est, con cui vinse all'ultimo scontro con la favorita Giorgia che cantava Di sole e d'azzurro).

Quest'anno i partecipanti al Festival saranno questi: Daniele Silvestri, Malika Ayane, Maria Nazionale, Max Gazzè, Modà, Almamegretta, Marta sui Tubi, Raphael Gualazzi, Simona Molinari con Peter Cincotti e Simone Cristicchi.
A cui si aggiungono Annalisa di Amici, Chiara di X Factor, Elio e le Storie Tese da X Factor e Marco Mengoni dallo stesso programma.


Che forse Elisa, tra le righe avesse ragione? Che davvero ormai sia declassata l'era in cui le famiglie italiane attendevano con impazienza che si alzasse il sipario dell'Ariston e il conduttore di turno presentasse i cantanti in gara? Di certo Celentano, Morandi, Mina e Battisti sono un vago ricordo ed i loro eredi, Giorgia, Elisa, Britti, Jovanotti non sono forse disposti a dividere un palco con i primi arrivati.
E allora perchè guardare il Festival della canzone italiana se il panorama non è dei migliori? Se i cantanti che si esibiranno saranno quelli appena elencati?

Forse semplicemente perchè quest'anno i conduttori saranno Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. E se loro due da soli riusciranno a rendere meraviglioso, piacevole e divertente con il loro sarcasmo, un programma interrotto di volta in volta da esecutori di canzonette, allora almeno solo per questo, varrà la pena sbracarsi sul divano, prender il telecomando, sintonizzare su raiuno e canticchiare tra sè e sè, nel pieno della sigla iniziale: "Perchè Sanremo è Sanremo!"






3 commenti:

  1. Concordo sul netto abbassamento di livello!
    Ma cerchiamo di trovare una risposta: perchè dovrei guardare il festival di San Remo?
    Perchè è l'unico momento dell'anno in cui la Riviera di Ponente prende vita e considerazione in mezzo a tutte le altre regioni italiane!
    Questa è la mia ragione...
    Buon lavoro Dario!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia cara, dimentichi che solitamente verso la fine dell'estate su rete quattro, trasmettono miss muretto d'Alassio, condotto da Mastrota, o Fede.
      Come vedi la tua riviera non è del tutto dimenticata. :D

      Elimina
    2. <3 meno male!

      Elimina